come pulire un vibratore

Come Pulire un vibratore

Imparare a pulire un vibratore dovrebbe essere una delle prime cose da fare dopo averlo comprato per la prima volta. Contrariamente a quel che si pensi, pulire i sex toy non è per niente difficile. Basta solo acquisire le competenze giuste e potrai evitare di stressarti per gli effetti collaterali negativi dell’uso di un vibratore sporco. 

Quindi, se sei pronta ad imparare il giusto processo per pulire un vibratore dopo il suo utilizzo e molto altro, continua a leggere.

Tabella dei contenuti


    Benefici principali dell’imparare a pulire un vibratore

    I benefici di pulire un vibratore sono enormi. Dopo aver imparato come farlo nel modo giusto, potrai godere dei seguenti benefici.

    • Rimuoverai i batteri e altre sostanze dannose dalla superficie
    • Garantirai al tuo vibratore un ciclo di vita maggiore
    • Eviterai che il dispositivo emani cattivi odori

    Il tuo vibratore è poroso o non poroso?

    Prima di tutto, conoscere la risposta a questa domanda è davvero molto importante. Questo determinerà il modo in cui in seguito pulirai il tuo vibratore.

    Quindi, è poroso o non poroso?

    I vibratori porosi sono più difficili da pulire. I batteri si attaccano a questo materiale molto di più rispetto ai materiali non porosi. Esempi di materiali porosi sono la gomma, alcune plastiche, la gelatina, il PVC e simili.

    Inoltre, i toy porosi non possono essere propriamente sterilizzati, il che rappresenta un grande problema quando si tratta di pulirli. Il consiglio migliore che puoi ricevere al riguardo è quello di coprire il vibratore poroso con un preservativo prima di usarlo, o in alternativa semplicemente comprare un vibratore non poroso.

    I vibratori non porosi d’altro canto sono estremamente facili da pulire. Possono essere puliti alla perfezione semplicemente utilizzando delle normali salviette per sex toys, acqua calda e sapone o del detergente per sex toys. Esempi di materiali per vibratori non porosi sono:

    • Silicone
    • Plastica ABS

    Una dritta: se non sai se il tuo vibratore è poroso o non poroso, puoi guardare sulla confezione o cercare il nome ufficiale del prodotto su Google.


    Come pulire vibratori non porosi

    lovense domi dopo la pulizia

    Oggigiorno, i sex toys non porosi come i vibratori in silicone stanno diventando sempre più popolari, in particolare fra chi si approccia ai sex toys per la prima volta. E c’è una ragione per questo.  

    I vibratori in silicone sono estremamente facili da pulire, hanno una superficie molto liscia e vengono prodotti in alcune delle forme e dimensioni tra le più soddisfacenti che si possono immaginare.

    Quindi, se vuoi sapere come pulire un vibratore in silicone, devi solo seguire questi passaggi:

    Passaggio 1: Pulisci la sua superficie con dell’acqua corrente non troppo calda. Anche se il tuo vibratore non è completamente impermeabile, se lo terrai sotto un getto delicato d’acqua corrente del rubinetto non si rovinerà.

    Assicurati solo di non immergerlo completamente sotto l’acqua e rimani lontano dalla porta di ricarica.

    Passaggio 2: Prendi del sapone neutro e assicurati di insaponare l’intera area inseribile del toy. È meglio utilizzare saponi senza profumi, ma la scelta è tua.

    Per una maggiore protezione puoi anche usare un sapone antibatterico, ma non è sempre necessario. Basta non utilizzare alcun tipo di sapone per piatti, altri saponi aggressivi o qualsiasi prodotto che non useresti nemmeno per lavarti le mani.

    Passaggio 3: Lascialo agire per circa 10 o 15 secondi, risciacqua e asciuga il vibratore con della carta assorbente pulita o con dei panni inutilizzati.

    Nota: Puoi anche comprare un normale detergente spray per sex toys, spruzzarlo sul toy dopo l’utilizzo e pulirlo sotto l’acqua corrente facendo attenzione a non far bagnare la porta di ricarica o la custodia della batteria nel caso in cui il toy non sia impermeabile.


    Come pulire il vibratore in profondità

    Quello che hai imparato nei paragrafi precedenti è solo come pulire un vibratore dopo l’utilizzo. È un processo che devi eseguire ogni qual volta hai finito di divertirti con il tuo vibratore. E soprattutto, questo è tutto ciò che serve per la pulizia della maggior parte dei sex toys non porosi.

    Ottime notizie, no?

    Ad ogni modo, una volta ogni tanto potresti dover pulire in profondità tutti i tuoi vibratori.

    Una pulizia profonda assicura una migliore disinfezione del tuo vibratore, garantendo un livello maggiore di sicurezza e una stimolazione senza stress.

    Metodo 1: Prima di tutto, pulisci la superficie del vibratore seguendo i passaggi illustrati sopra. Poi, riempi una pentola con acqua calda (non bollente). Immergi il vibratore nella pentola, quindi pulisci meticolosamente tutta la sua superficie nell’acqua aggiungendo un sapone delicato o antibatterico, infine lascialo a mollo per circa 5 o 10 minuti.

    Dopodiché toglilo dalla pentola, risciacqualo e per finire decidi se asciugarlo con un panno pulito o lasciarlo asciugare all’aria.

    Utilizza il Metodo 1 SOLO se il tuo vibratore è completamente impermeabile, non antispruzzo. Solo se è IMPERMEABILE!

    Metodo 2: Procurati dei guanti protettivi e della candeggina. Poi prendi un flacone spray pulito e riempilo con la seguente soluzione.

    Preparate una soluzione al 10% di candeggina (10% di candeggina, 90% di acqua) e spruzzala sul toy.

    Se il vibratore è completamente impermeabile, puoi anche preparare una soluzione al 10% e lasciare il toy a mollo per circa 10 minuti.

    Dopodiché, per completare il processo di pulizia in profondità, risciacqua il toy con acqua e sapone.

    Questi metodi sono praticamente tutto ciò di cui avrai bisogno per pulire il tuo vibratore nel modo giusto. Inoltre, non stressarti troppo per questo processo.

    La maggior parte delle volte, se pulisci il tuo vibratore regolarmente dopo ogni uso, non avrai nemmeno bisogno di ricorrere a metodi di pulizia profonda.

    Come NON pulire il tuo vibratore

    Dunque, ti abbiamo illustrato sostanzialmente i modi principali e più efficaci per pulire tutti i vari tipi di vibratori che esistono. Tuttavia, è anche necessario sapere come non si pulisce un vibratore.

    In lavastoviglie

    Сome forse saprai, “vibratore” sta per sex toy vibrante. Questo vuol dire che all’interno del tuo toy ci sono un motore elettrico e delle batterie. Per questo motivo mettere un dispositivo del genere nella lavastoviglie sarebbe pericoloso.

    Sì, la lavastoviglie in realtà va benissimo per alcuni sex toy, ma non per i vibratori.

    Solo con acqua

    Tenere il toy solo sotto l’acqua corrente non è abbastanza. Il sapone è necessario. Ma non hai bisogno di comprare un sapone costoso. Questa è la parte migliore e il motivo per cui pulire un vibratore è così semplice. Tutto ciò di cui hai bisogno è del sapone neutro, delicato o anche antibatterico (e di un detergente per sex toy, se ne hai uno). E questo è tutto!

    Utilizzate un detergente per giocattoli sessuali in aggiunta alla pulizia del vibratore con acqua e sapone, non al suo posto!

    In acqua bollente

    ancora una volta, è vero che bollire alcuni sex toy è un modo fantastico per rimuovere il 100% dei batteri sulla superficie, ma per i vibratori è assolutamente terribile. Per questo motivo, MAI BOLLIRE IL TUO VIBRATORE.


    Quanto spesso devi pulire il tuo vibratore?

    Quando si tratta di pulire la superficie di un vibratore, è necessario farlo dopo ogni utilizzo. Anche in questo modo a volte i batteri rimarranno sulla superficie e possono accumularsi con il tempo.

    In questo caso, se pensi che il tuo vibratore non sia più così pulito, ogni tanto potresti doverlo pulire in profondità. Ad ogni modo, non c’è bisogno di esagerare usando troppo frequentemente la soluzione a base di candeggina. Nella maggior parte dei casi ti basterà fare una pulizia profonda con acqua calda e sapone neutro.

    Il metodo della candeggina è utile per toy molto vecchi che vuoi continuare a utilizzare o per toy che sono diventati estremamente sporchi in un breve arco di tempo.


    Che succede se non pulisci il tuo vibratore?

    Se non pulisci i tuoi vibratori nel modo giusto, c’è sempre la possibilità di potersi prendere infezioni batteriche. Non sarà sempre questo il caso, ma decisamente non vale la pena rischiare. In particolar modo quando imparare a pulire il tuo vibratore è straordinariamente facile.


    Punti principali da ricordare sulla pulizia di un vibratore

    • Per i vibratori non porosi, hai bisogno soltanto di acqua calda e sapone delicato. È così facile!
    • Ti consigliamo vivamente di comprare un detergente per sex toy. Davvero. Fallo e basta. Non costa una fortuna, è un modo molto comodo per pulire il vibratore e il flacone durerà a lungo. Inoltre, non devi usarlo ogni volta (anche se puoi farlo), ma solo una volta ogni tanto. Per sicurezza, io lo uso una volta ogni 3-6 utilizzi.
    • Non pulire mai un vibratore bollendolo nell’acqua.
    • Non immergere totalmente il tuo vibratore sotto l’acqua se non è impermeabile o se è solo antispruzzo.
    • È sempre meglio utilizzare i preservativi sui vibratori porosi.
    • Anche prima di utilizzare un vibratore, puliscilo velocemente e non te ne pentirai. Questo è particolarmente valido per quelli in silicone poiché attraggono molta polvere e pelucchi.
    • Conservare il vibratore nel modo giusto è molto importante sia per la sua pulizia che per assicurare una durata maggiore.

    Riepilogo

    In questa guida, la cosa principale da ricordare è che imparare a pulire un vibratore e farlo dopo ogni utilizzo è estremamente importante. È un’operazione molto consigliata per chiunque possieda e utilizzi qualsiasi tipo di sex toy, non solo i vibratori.

    A questo proposito, ora anche tu sai come pulire un vibratore dopo averlo utilizzato, come eseguire una pulizia profonda e conosci altri fattori importanti da tenere a mente prima e dopo la pulizia.

    Сommenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.