orgasmo della cervice

Cos’è un orgasmo della cervice? Consigli per raggiungerlo

Cos’è la cervice?

La cervice è la parte inferiore dell’utero. Ha la forma di un cilindro stretto che misura circa 2-3 cm e collega l’utero alla vagina. 

Ha un ruolo significativo durante il parto grazie alla sua capacità di dilatarsi e facilitare il passaggio del neonato attraverso il canale uterino. La maggior parte delle donne non sa che oltre a questo ruolo, la cervice è anche una zona erogena grazie alla sua densa innervazione di diversi tipi di fibre nervose, e la sua stimolazione può contribuire al piacere sessuale.

Cos’è un orgasmo?

Alfred Charles Kinsey, una grande figura della sessuologia americana, in “The Kinsey Reports” ha definito l’orgasmo come “La scarica espullsiva delle tensioni neuromuscolari al culmine della risposta sessuale”.  L’orgasmo è un’esperienza soggettiva descritta come la sensazione di picco di piacere intenso ed eccitazione provata come risultato del cumulo di eccitazione sessuale e stimolazioni erotiche. 

Cos’è l’orgasmo della cervice?

L’orgasmo della cervice è il risultato di una stimolazione a livello della cervice attraverso l’uso di dita, sex toys o pene a contatto con la cervice durante la penetrazione.

Gli orgasmi della cervice sono meno comuni di quelli clitoridei o vaginali, eppure potrebbero risultare in sensazioni speciali e aumentare il benessere sessuale della persona. Inoltre, è importante far presente che questa esperienza differisce per intensità e durata da un individuo all’altro.

Da un lato, alcune donne credono che la stimolazione della cervice migliori la probabilità di avere un orgasmo e che potrebbe anche renderlo più intenso. Altre donne, d’altro canto, sostengono il contrario. In ogni caso, è necessario precisare che questa esperienza potrebbe non essere adatta a tutti, e che il corpo di ogni donna è diverso. Tuttavia, l’associazione dell’orgasmo cervicale con la soddisfazione sessuale non è sempre accurata, poiché non tutte le donne possono avere un orgasmo cervicale. Alcune di loro lo descrivono come un’esperienza fastidiosa, sgradevole o addirittura dolorosa. 

Come raggiungere un orgasmo della cervice?

L’orgasmo della cervice può essere raggiunto in diversi modi. Non c’è un modo “giusto” per sperimentare questo tipo di piacere sessuale. Alcune persone lo raggiungono attraverso la penetrazione della cervice con il pene o con uno strap-on, altre optano per la stimolazione manuale o l’uso di diversi sex toys. 

Ecco alcuni consigli che potrebbero guidarti in questa piacevole esperienza:

  • Sii delicata e paziente: La cervice può essere una zona delicata che necessita di un tocco gentile, quindi gli orgasmi della cervice devono essere gestiti con attenzione e pazienza. Se fatto in modo aggressivo, la sensazione può essere fastidiosa o addirittura dolorosa, per cui è fondamentale iniziare lentamente e aumentare la pressione e l’intensità gradualmente in base al livello di comfort personale.
  • Considera la posizione e rilassati: Trovare una posizione comoda che consenta una penetrazione più profonda è una delle chiavi per avere un’esperienza piacevole, poiché la cervice è situata in profondità rispetto alle altre zone erogene come il clitoride e la vagina. Inoltre, una lubrificazione e un rilassamento appropriati sono fondamentali per facilitare il processo.
  • Comunicazione: L’orgasmo della cervice potrebbe non essere appropriato per tutti, specialmente coloro con condizioni mediche relative alla cervice o chi soffre di dispareunia (donne che soffrono di dolore ricorrente durante i rapporti sessuali). Perciò, una buona comunicazione con il partner è cruciale per essere in grado di esplorare insieme e capire cosa sia piacevole per tutti.
  • Niente pressioni: Come menzionato in precedenza, non tutti possono raggiungere un orgasmo della cervice, e non serve sentire pressione o vergogna se non si riesce a farlo.

Cosa si prova durante un orgasmo della cervice?

Le donne che hanno sperimentato un orgasmo della cervice lo hanno descritto come una sensazione di pressione contro la cervice, seguito da una contrazione di diversi muscoli della zona pelvica e dell’addome ed un senso di rilascio della tensione e di rilassamento. L’intensità della sensazione può variare da una donna all’altra ed è collegata a diversi fattori, tra cui l’eccitazione sessuale che precede l’orgasmo, il livello di comfort del soggetto, i medicinali di cui si fa uso e così via.

Come avviene l’orgasmo della cervice:

John William Money, psicologo, sessuologo e autore, ha descritto brevemente come si genera l’orgasmo: “Lo zenit dell’esperienza sessuoerotica che uomini e donne caratterizzano in modo soggettivo come rapimento o estasi voluttuosa. Si verifica contemporaneamente nel cervello/mente e nei genitali pelvici. Indipendentemente dal luogo di insorgenza, il verificarsi dell’orgasmo dipende dalla reciproca intercomunicazione tra le reti neurali del cervello, in alto, e dei genitali pelvici, in basso, e non sopravvive alla loro disconnessione a causa della recisione del midollo spinale. Tuttavia, è in grado di sopravvivere a traumi estesi a entrambe le estremità”.

La cervice ha una doppia innervazione: simpatica (rappresentata dal nervo ipogastrico) e parasimpatica (rappresentata dal nervo pelvico e dal nervo vago). I nervi ipogastrici e pelvici che portano alla cervice comunicano con le sezioni sensoriali e autonomiche del midollo spinale toraco-lombare, che a loro volta comunicano con i centri integrativi del tronco encefalico e dell’ipotalamo. I nervi vaghi, invece, bypassano il midollo spinale e arrivano direttamente al cervello.  

La stimolazione della cervice produce segnali nervosi che viaggiano attraverso le traiettorie delineate sopra in modo che ogni neurone mandi il messaggio alla corteccia sensoriale del cervello dove si genera e si modula l’orgasmo. In realtà, gli scienziati hanno studiato l’attività cerebrale durante gli orgasmi con la risonanza magnetica funzionale del cervello, che ha dimostrato che tutte le principali regioni del cervello si attivano in seguito all’eccitazione sessuale. In seguito alla stimolazione cervicale, il cervello (dopo aver ricevuto il flusso nervoso) invia comandi a varie parti del corpo, dando luogo a diversi segnali che si avvertono durante l’orgasmo della cervice: contrazioni muscolari, aumento del battito cardiaco, aumento della pressione sanguigna, dilatazione delle pupille, sudorazione e aumento del rilascio di ormoni, e infine un aumento dell’eccitazione e delle sensazioni di piacere.

Com’è un orgasmo della cervice rispetto agli altri tipi di orgasmo?

Sebbene i nervi stimolati non siano esattamente gli stessi, la stimolazione dell’area della cervice ha dimostrato di attivare la stessa regione cerebrale (lobulo paracentrale della corteccia somatosensoriale) della stimolazione clitoridea e vaginale. Gli orgasmi della cervice sono tipicamente riportati come più intensi e profondi rispetto agli altri tipi di orgasmo. Frequentemente sono descritti come una sensazione totalizzante di ogni parte del corpo. 

È possibile sperimentare un orgasmo della cervice per le donne transessuali o le persone che hanno subito un intervento chirurgico di affermazione del genere maschile-femminile?

Il trattamento chirurgico di affermazione di genere è un intervento che consente alle donne transessuali di rimuovere tutti gli aspetti evidentemente distintivi dei genitali maschili. L’obiettivo è quello di creare un complesso peri-neogenitale il più possibile femminile nell’aspetto e nella funzione. La procedura abituale per le donne trans è la “vaginoplastica a inversione peniena”, che converte le componenti principali del pene in parti femminili.  Nonostante la rimozione di molte terminazioni nervose, dopo questo trattamento  la capacità di avere orgasmi rimane intatta. La vagina di nuova creazione non ha cervice, il che spiega il motivo per cui le donne transessuali non possono sperimentare l’orgasmo della cervice anche dopo l’intervento.

Tuttavia, possono comunque sperimentare altri tipi di orgasmo come quello clitorideo o vaginale, poichè entrambe queste parti del sistema genitale rimangono intatte e ben innervate dopo la chirurgia.

L’isterectomia influisce sull’orgasmo della cervice?

L’isterectomia è una procedura chirurgica utilizzata per trattare una serie di condizioni ginecologiche come l’emorragia uterina disfunzionale, i tumori, l’endometriosi e altre malattie.

Per rispondere alla domanda sopra, dobbiamo innanzitutto distinguere due tipi di isterectomia: quella subtotale, che prevede l’asportazione dell’utero, e l’isterectomia totale, che comprende la rimozione della cervice oltre all’asportazione dell’utero.

La capacità di una donna di avere un orgasmo può essere compromessa da questa procedura, a seconda delle aree dell’apparato genitale che vengono asportate.

La cervice e la sua innervazione vengono lasciate intatte durante l’isterectomia subtotale, preservando così l’orgasmo della cervice. Nell’isterectomia totale invece, la cervice viene asportata e di conseguenza, le persone che si sottopongono a questo tipo di intervento non possono più sperimentare questo tipo di orgasmo.

Сommenti

Sii il primo a commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirvi la migliore esperienza online. Accettando, accettate l'uso dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Cookie tecnici
Per utilizzare questo sito web utilizziamo i seguenti cookie tecnici.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Save
Accetta tutti i Servizi